#ilTrenoVersoSud

Ci sono stati giorni – è storia tutto sommato recente – in cui lugubri treni hanno attraversato l’Europa con il loro carico di deportati. Furono giorni neri, nerissimi, di infamia e di sgomento.
I «diversi», i non allineati, i «non meritevoli di vivere», sono stati rastrellati in massa e portati via sui vagoni piombati, verso un destino di punizione e di annientamento. Milioni di persone: ebrei, rom, sinti, prigionieri e dissidenti politici, cittadini sovietici e di paesi in guerra contro il nazifascismo, omosessuali, testimoni di Geova, disabili. Tutti destinati a soffrire, a morire: se non per ciò che avevano fatto, per ciò che semplicemente erano.
Un simbolico ritorno a casa sarebbe una carezza tardiva, per la loro memoria: ci occorre che la storia continui a essere raccontata, e raccontata bene. Ci occorre la costante vigilanza, che non trascuri alcun segnale di pericolo. I tentativi di riscrittura, revisione, addirittura di negazionismo o di rovesciamento totale delle responsabilità, sono sempre più frequenti. La memoria di chi fu perseguitato viene offesa, ed essi viaggiano sempre più lontano da noi, umiliati, verso luoghi freddi e tetri.
#iltrenoversosud è un progetto di ricerca e di divulgazione per chi voglia intraprendere, o l’abbia già fatto, il nostro viaggio simbolico lungo i binari della deportazione – ma verso «casa». Perché certi «treni verso il nord» sono già pronti, nell’animo di qualcuno, a mettersi in marcia. Simbolicamente, sia chiaro. (Ciò che avviene nei desideri malsani, nelle grossolane «verità», nei pensieri indicibili di pochi scellerati, reca tuttavia con sé la minaccia di diventare una futura azione condivisa).
Sta a noi bloccare il treno per il nord e metterci in marcia, con coraggio, sul treno diretto a sud. Affinché ognuno senta nell’intimo di se stesso, senza dubbio alcuno, una voce che dice: mai più.

➤➤➤ Segui e diffondi l’hashtag #ilTrenoVersoSud

Il nostro è un progetto di ricerca e di divulgazione storiche, che vuole coinvolgere chiunque sia convinto che la storia del nazifascismo e della Resistenza (e “resistenze” in senso esteso, geografico e cronologico) non possano essere revisionate per fini strumentali, decontestualizzando i singoli avvenimenti secondo opache opportunità.
L’hashtag #ilTrenoVersoSud può pertanto essere usato e seguito da chiunque creda e contribuisca a questo tema. Libri, ricerche, articoli, eventi, audiovisivi e le più svariate iniziative culturali: tutto ciò può rientrare in questo progetto condiviso.

(L’illustrazione è stata realizzata da Saverio “Indio” De Marco e rappresenta uno dei treni del ritorno, così come appare in una fotografia dell’epoca.)