Prossime uscite

Il bandito Partigiano. Vita e morte del Gobbo del Quarticciolo

di Massimo Recchioni, Giovanni Parrella e Paola Polselli – prefazione di Alessandra Kersevan – postfazione di Pierluigi Amen

collana Le Rocce – ISBN 978-80-88478-36-2 – € 15 – Marzo 2024

La storia di un ragazzo che si trovò, ragazzino, protagonista della lotta delle borgate romane contro il fascismo. Dopo l’8 settembre 1943 Giuseppe Albano, il «Gobbo del Quarticciolo», compì azioni di grande temerarietà e finì nelle lugubri celle di via Tasso. Dopo la liberazione di Roma – il 4 giugno 1944 – la sua vita cambiò: il giovane fu coinvolto in imprese di criminalità comune e doppi giochi di associazioni neofasciste, oltre a essere inconsapevole protagonista del primo tentativo di strategia della tensione in Italia. Il Gobbo – più che «manipolatore» – finì infatti più spesso per essere manipolato in un gioco troppo difficile da comprendere anche per chi, come lui, a 18 anni era considerato il «nemico pubblico numero uno» a Roma. I racconti e le testimonianze inedite incluse in questo libro accompagnano il lettore verso un «colpo di scena» finale difficilmente prevedibile…

Penny Wirton e sua madre

di Silvio D’Arzo – prefazione di Luca Chiurchiù – illustrazioni di Chiara Cattaneo

collana I Diamanti – ISBN 978-80-88478-35-5 – € 12 – Marzo 2024

Racconto dalla lunga e tormentata gestazione, Penny Wirton e sua madre è un’atipica storia di formazione ambientata in un’immaginaria Inghilterra settecentesca. Traendo ispirazione dalla sua stessa vita, D’Arzo delinea il personaggio di Penny, un giovane orfano di padre che – sebbene sfortunato – cerca con dignità un difficile riscatto. Fuggito dalla Contea di Pictown a seguito di una sconvolgente rivelazione, il ragazzo compie un viaggio al termine del quale otterrà finalmente, anche grazie al suo ingegno, giustizia sociale.
Con una scrittura estremamente ritmica seppur semplice, l’autore crea una storia al di fuori dei canoni che ci restituisce un mondo intimo – a tratti favolistico – ma, al contempo, reale e universale.